Problemi con la prostata? Ti informiamo con una pagina

La Fitoterapia clinica è oggi parte integrante della medicina tradizionale pur conservando la sua cospicua naturalità.
Da sempre l'uomo ha utilizzato piante medicinali e derivati, tanto che  molti farmaci in commercio sono versioni sintetiche degli estratti vegetali; cioè contengono principi attivi che sono derivati da un componente vegetale.

La Fitoterapia permette di intervenire nella prevenzione e cura di numerose malattie sia acute che croniche, con piante medicinali e derivati qualitativamente controllati, standardizzati e titolati in principi attivi, grazie alla  disponibilità dei dati emersi da significativi trials clinici.

L'importanza clinica della fitoterapia nella cura di patologie urologiche e della ghiandola prostatica è stata confermata in letteratura per particolari estratti di alcune piante medicinali responsabili non solo dell'attività antiproliferativa sul tessuto prostatico, ma anche dell'attività antinfiammatoria ed antiossidante.

Le piante più studiate, utilizzate anche in associazione sono:

Serenoa Repens - Urtica  Dioica - Pygeum africanum -  Curcumina - Bromelina - Quercetina - Mirtillo Rosso (Cranberry)  

sostanze fitoterapiche

I prodotti Brea: LICOSER - LICOSER Plus- BREACur 350 - BREAFLOG  sono la studiata associazione,  sia per gli estratti naturali , con proprietà integrative, sia  per i dosaggi , riportati in letteratura, che garantiscono efficacia e sicurezza.

Bisogna comunque tenere in considerazione che, anche per i prodotti naturali possono sussistere alcune controindicazioni o rischi di iperdosaggio, pertanto è consigliato sempre rivolgersi ad un esperto.