Biotiser compresse + shampoo - fitoprostata.org

Vai ai contenuti

Menu principale:

Biotiser compresse + shampoo

Acquista on - line risparmiando
Il nuovo fitoterapico contro la caduta dei capelli
Acquista on line ad Euro 18,00
Biotiser compresse In farmacia Euro 22,50
ON LINE EURO 18,00
La nuova soluzione integrata per la cura della caduta dei capeli.
La serenoa e Biotina in shampoo
Acquista on line Euro 10,50
In Farmacia Euro 13,00
Biotiser Shampoo (Serenoa + Biotina ) In Farmacia Euro 13,00
ON LINE EURO 10,50
La nuova soluzione integrata per la cura dei capelli .
SPESE DI SPEDIZIONE A CARICO DELLA AZIENDA
Che cos'è PayPal

SERENOA REPENS
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
La Serenoa repens è una palma nana, raggiunge tra i 2 e i 4 m di altezza .
È una palma a ventaglio della tribù delle Corypheae, con foglie aventi un semplice picciolo terminante in ventaglio arrotondato di circa 20 foglioline. Il frutto è una  di colore nero-rossastro e rappresenta per gli animali selvaggi un'importante fonte di cibo.


Utilizzo

I nativi americani utilizzano i frutto come cibo, ma anche per una grande varietà di problemi legati al sistema urinario e all'apparato riproduttivo. I coloni europei imparano presto a utilizzarla. Per almeno 200 anni venne usato l'estratto secco per diverse patologie: stanchezza, debolezza, problemi urogenitali e così via.
Per esempio, l'eclettico fisico H. W. Felter scrisse : "La Serenoa repens è un sedativo dei nervi, un espettorante, un tonico nutritivo, agendo dolcemente sul tratto digestivo... La sua azione si esplica soprattutto sugli organi riproduttivi nel momento in cui i tessuti vengono eleminati dal corpo."
Attualmente sono state eseguite diverse ricerche sugli estratti dei frutti e si è potuto dimostrare che la Serenoa repens è ricchissima di acidi grassi e fitosteroli. Queste ricerche sono frutto di una meta-analisi pubblicata sul Journal of the American Medical Association dove è stata dimostrata l'efficacia sul trattamento dei sintomi della iperplasia prostatica benigna (ingrossamento della prostata) in doppio cieco con un  e tra due dei più comuni medicinali in commercio.
Vi sono anche trials clinici che mostrano l'efficacia della Serenoa repens nella cura della
calvizie maschile. Una ricerca ha dimostrato che la combinazione tra la Serenoa repens e  Licopene  ha mostrato un effettivo miglioramento, nelle persone anziane dei sintomi del tratto urinario, ma senza la riduzione delle dimensioni della prostata, così come è stato dimostrato nel Febbraio 2006 in una ricerca condotta a doppio cieco pubblicata sul New England Journal of Medicine. Entrambe le ricerche sono state oggetto di critiche: la prima si sospetta un difetto nella metodologia, per la seconda si ipotizza un insufficiente dosaggio del principio attivo. Le recenti ricerche degli effetti terapeutici della Serenoa repens che utilizzano le informazioni contenute in Medline sono ancora insufficienti ritenendo necessario espandere la ricerca in altri database: Agricola, Embase , ibis e Cochrane e in riviste erboristiche non indicizzate.
Ulteriori ricerche dimostrano che l'effetto della Serenoa repens ha un duplice meccanismo, tra cui l'inibizione della 5-alfa-reduttasi, che interferendo con il diidrotestosterone si lega ai recettori androgeni, rilassando di conseguenza la muscolatura liscia nello stesso modo dei medicinali antagonisti, e una possibile azione come fitoestrogeno.
Questa erba medica è considerata ecologicamente sostenibile grazie alla notevole produzione di frutti da parte della pianta. Altri studi in vitro hanno dimostrato che le proprietà della pianta si estendono anche alla riduzione delle cellule cancerogene della prostata, ma mancano trial clinici al riguardo.


Controindicazioni ed effetti collaterali []
Gli effetti collaterali della Serenoa repens sono di gran lunga inferiori o del tutto assenti, rispetto a qualsiasi analogo medicinale di sintesi (finasteride), nel trattamento della iperplasia prostatica benigna, così come citato nella meta-analisi JAMA: nausea, riduzione della libido, disfunzioni erettili.
Inoltre non sono state individuate interazioni dannose con medicinali di sintesi. Si consiglia comunque di evitare la somministrazione del composto a donne in gravidanza e in allattamento o a bambini piccoli, in quando si teorizza la possibilità di interferenze ormonali.
Anche se la Serenoa repens viene considerata un'erba sicura, uno dei suoi composti principali, il beta sitosterolo, è chimicamente simile al colesterolo. Alti livelli di questa sostanza nel sangue possono aumentare la probabilità di infarto in soggetti recidivi.


BIOTINA
:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Descrizione
La biotina è una vitamina idrosolubile del complesso B prodotta dalla flora batterica intestinale e dall’alimentazione. Come coenzima è presente nella formazione di acidi grassi, nella sintesi dell’acido nucleico e nell’ossidazione di acidi grassi e carboidrati. Senza di essa, la produzione di grassi nell’organismo è impedita. Contribuisce anche all’utilizzazione delle proteine, dell’acido folico, dell’acido pantotenico e della vitamina B12.La biotina è un elemento nutritivo essenziale presente in piccole quantità in tutti i tessuti animali ed in alcune piante. Alcune fonti ricche di biotina sono il lievito di birra (la migliore), il fegato d’agnello e di maiale, la pappa reale, il riso non brillato, i cereali integrali, la frutta secca, il tuorlo d’uovo, le sardine, la soia, le lenticchie, il cavolfiore e i funghi (per maggiori informazioni vedi la tabella sulla composizione degli alimenti).

Assimilazione ed immagazzinamento.
La biotina viene sintetizzata dai batteri intestinali, ma molta di essa viene eliminata nelle urine. La biotina è immagazzinata principalmente nel fegato, nei reni, nel cervello e nelle ghiandole surrenali. La biotina senza l’acido pantotenico può causare un cambiamento nel colore dei capelli, anche se questo fenomeno non è stato dimostrato da nessuna ricerca. La biotina è necessaria per la sintesi dell’acido ascorbico. Questa vitamina lavora bene con la vitamina B2, B6, B12, l’acido folico, l’acido pantotenico, l’STH (un ormone della crescita) e il testosterone.L’albume d’uovo crudo contiene una proteina, l’avidina, che si lega nell’intestino con la biotina e ne impedisce l’assorbimento da parte dell’organismo. Comunque, poiché le uova vengono di solito mangiate cotte e l’avidina è inattivata dal calore, non vi è pericolo reale.Gli antibiotici ostacolano la produzione della flora batterica intestinale da cui la biotina è prodotta. La cottura degli alimenti e l’assunzione di sulfamidici diminuiscono la disponibilità di biotina. La niacina non può essere sintetizzata senza la biotina. La biotina viene disattivata dai grassi rancidi e dalla colina.

Dosaggio e tossicità
Il Consiglio Nazionale di Ricerca (Usa) dichiara che un consumo di biotina che varia da 150 a 300 microgrammi soddisfa il fabbisogno giornaliero dell’organismo. Quantità aggiuntive sono necessarie durante la gravidanza e l’allattamento. Questo elemento nutritivo non ha effetti tossici. Le persone che seguono una dieta a basso tenore calorico dovrebbero assumere dai 100 ai 300 microgrammi di biotina.

Effetti da carenza e sintomi
La biotina è disponibile in una vasta gamma di alimenti; quindi la carenza di tale sostanza è stata riscontrata nell’uomo solo quando la dieta conteneva grossi quantitativi di albume d’uovo crudo (ci vogliono dalle 3 alle 4 settimane perché questo tipo di carenza si manifesti) e quando erano stati assunti troppi antibiotici. Le persone che seguono una dieta a basso tenore calorico e chi viene alimentato per endovena mentre segue una terapia antibiotica, sono a rischio di carenza. Tuttavia i batteri dell’intestino possono ancora sintetizzare quantità accettabili per la copertura del fabbisogno organico.La carenza di biotina influenza principalmente la pelle e i capelli. Tra i sintomi troviamo la calvizie (che può essere reversibile se causata da una carenza), le dermatiti, colorito grigiastro, e uno sfogo intorno a naso e bocca. Una carenza di biotina nell’uomo causa dolori muscolari, inappetenza, pelle secca, mancanza di energia, insonnia e disturbi al sistema nervoso. Gli organi colpiti da una carenza di biotina sono i genitali maschili, il midollo osseo, il fegato e i reni.La depressione è un altro sintomo di carenza di biotina. In casi di gravi carenze può manifestarsi un deterioramento del metabolismo del grasso organico. Una diminuzione del tasso di emoglobina, un aumento del livello di colesterolo e un decremento di biotina escreta sono segni di una carenza di biotina. Le persone che sono costantemente sotto terapia antibiotica sono a rischio di carenza. I bambini possono avere delle dermatiti. Nelle ricerche eseguite sugli animali, la carenza ha causato posizione curva con ventre prominente (chiamata posizione canguro), alopecia, andatura emiplegica e paralisi progressiva. La carenza di biotina aumenta la durata e la gravità di alcune malattie, soprattutto quelle di tipo protozoico (microscopico).

Effetti benefici nelle malattie
Le dermatiti trattate con la biotina hanno mostrato segni di miglioramento. La vitamina B2, la B6, la niacina, le vitamine A e D lavorano insieme per darci una pelle sana. L’uso della biotina è stato efficace nella prevenzione della calvizie e dei capelli grigi. Molti trattamenti per capelli contengono questa sostanza che dà capelli sani e tiene sotto controllo le ciocche ribelli. La biotina migliora i risultati sportivi. La biotina ha un ruolo importante nel mantenimento delle ghiandole sebacee, dei nervi, del midollo osseo e delle ghiandole sessuali. La biotina con l’acido pantotenico e l’acido folico aumenta la risposta allo stress nelle cavie.

Ricerche eseguite su esseri umani

Biotina e la dermatite seborroica e il morbo di Leiner. Nove casi di dermatite seborroica e 2 casi di morbo di Leiner (una dermatite esfoliante) in bambini, sono stati curati con iniezioni intramuscolari di biotina da 5 milligrammi, giornalmente per un periodo da 7 a 14 giorni. Per i casi meno gravi sono stati somministrati 2 o 3 milligrammi per via orale per 2 o 3 settimane.Risultati. Ambedue le malattie mostrarono miglioramenti se trattate con biotina. (Journal of Pediatrics, Novembre 1957.)
Biotina e sintomi da carenza di biotina. A persone sofferenti di dermatiti, di un colorito grigiastro della pelle e delle mucose, abbassamento del tasso di emoglobina e un forte aumento del tasso di colesterolo nel siero, depressione e dolori muscolari sono stati somministrati 150 o più milligrammi di biotina per via endovenosa al giorno. L’escrezione di biotina nelle urine era inferiore a quella di una persona sotto dieta normale.Risultati. Dopo le iniezioni i sintomi divennero meno evidenti. Il pallore cinerino scomparve in 4 giorni, il tasso di colesterolo nel siero era ridotto e l’escrezione di biotina nelle urine aumentata. (Margaret S. Chaney e Margaret L. Ross, Nutrition, Houghton Mifflin Co., Boston, 1971, pag. 307.)


LA BIOTINA PUO’ ESSERE EFFICACE NELLA CURA DELLE SEGUENTI MALATTIE:



Organo

Malattia

Capelli/Cuoio capelluto

Calvizie /Ciocche ribelli

Apparato muscolare

Dolori muscolari (reumatismo)

Apparato cutaneo

Dermatite /Dermatite infantile/Eczema/ pelle secca

Apparato nervoso

Depressione /insonnia

UROLOGI IN ASCOLTO

SERVIZIO DELLA BREASRL  PER TUTTI I PAZIENTI
CON PROBLEMATICHE UROLOGICHE
Consulta
gratuitamente e senza impegno i nostri SPECIALISTI disponibili
on line 24 ore su 24 per ottenere qualsiasi
informazione sulla tua patologia
ed ogni chiarimento sui prodotti fitoterapici ed il loro utilizzo.
CLICCA QUI



 
Torna ai contenuti | Torna al menu